IL DECRETO SANITA’ E’ LEGGE. La riforma balduzzi, ambulatori medici h 24,  un miraggio?
E intanto si tagliano servizi e posti letto.

Tagli certi, incerto il decollo di un modello assistenziale alternativo alla ospedalizzazione se non vengono stanziati fondi per realizzare tale finalità.

In due anni, dal  2009 al 1-1-2012, ( rapporto disponibile del Ministero della Salute per l’anno 2009), sono già stati tagliati  19.316 letti ospedalieri per acuti e sub acuti:
da 251.023 pl pari a  4,2%° abitanti nel 2009,
a 231.707 pl,  pari a  3,82%°abitanti al 1-1-2012.
Un taglio complessivo di ben 26.708 pl con la perdita di ulteriori  7389 pl per effetto della  spending review che riduce il rapporto pl/abitanti al  3,7%°.
Dal 2000 si perderebbero poco meno  di 72.000 posti letto ospedalieri.
 

Per l’Emilia Romagna è previsto un taglio di 2543 pl,  dagli attuali  20631 ai !8.088
 posti letto per acuti e post acuti. (fonte Ministero della salute).

Delude la riforma sanitaria Balduzzi.
Al  taglio dei servizi e dei posti letto ospedalieri, risponde con il miraggio dell’
apertura degli ambulatori medici per 24 ore al giorno 365 giorni all'anno, mentre la popolazione, sempre più frequentemente si rivolge al privato, o ricorre “impropriamente” ai Pronto Soccorso o rinuncia alle cure.
Tale riforma, non  investe sulle professioni sanitarie e su una efficace sviluppo dell’assistenza territoriale quale concreta risposta ai reali bisogni di assistenza dei pazienti affetti da patologie croniche, dei cittadini sempre più anziani, alla non autosufficienza.
Continua ad ignorare le istanze dei professionisti della sanità per l’attivazione, in concreto, dell’intramoenia, tema affrontato  solo per i medici.
Non sono state considerate, le norme relative al blocco del turn– over e alla possibilità di ampliare
 quel 15 per cento che non soddisfa le Regioni nelle quali i livelli essenziali di assistenza sono pregiudicati; come pure  il pre- pensionamento in sanità in caso di esubero e mobilità.

 Il Ministro ha dichiarato che era il massimo ottenibile in questo momento e che ricercherà di recuperare in altro provvedimento legislativo le norme relative.

Sarà vero? Troppi  annunci in questi decenni  non si sono trasformati in norme efficaci ed efficienti e hanno contribuito a minare la credibilità di chi ci governa e rappresenta.

Segretaria RER
Mirella Boschetti

Ultimo aggiornamento (Martedì 13 Novembre 2012 10:21)

Area Riservata



Emilia-Romagna